Pisa

Ci siamo incontrati davanti alla farmacia dentro alla Stazione Santa Maria Novella. Il treno è partito alle ore 8 e mezzo.Questa era la prima volta che viaggiavo con il treno italiano. Il treno era molto pulito, comodo e molto rapido, in un ora siamo arrivati a Pisa. La nostra guida ci ha mostrato un litinerario meno turistico. Arrivando alla Piazza dei Miracoli abbiamo potuto visitare il Battistero di San Giovanni, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, i muri del cimitero e la Torre Pendente che originalmente è il campanile della cattedrale, e il monumento più famoso di Pisa.
Sapevo che il battistero è il simbolo della nascita, la cattedrale è il simbolo della vita e il cimitero è il simbolo della morte.
Dopo la visita di Pisa abbiamo mangiato un gelato con la mia amica in una gelateria che la guida ci ha consigliato, poi siamo andate in due al mare a Tirrenia. Il mare è molto vicino a Pisa, con l’autobus soltanto 15 minuti. Faceva bel tempo, abbiamo camminato sulla costa del mare. Questo posto è bellino da morire! 🙂 Mi meraviglia il fatto che possiamo raggiungere il mare da Firenze in così poco tempo. 🙂

Siena

Siena si trova nella Toscana centrale al centro di un vasto paesaggio.

Era un tempo bellissimo a Siena, quando siamo arrivati nel centro. La città è universalmente conosciuta per il suo patrimonio artistico e per il suo famoso Palio. Il centro storico è stato dichiarato dall’UNESCO
patrimonio dell’umanità nel 1995.
La nostra professaressa ama questa città, così ha potuto mostrarci le bellezze di Siena e gli itinerari
“segreti” che i turisti non conoscono. Per questo mi trovo bene nella Scuola Toscana, possiamo partecipare a una gita, conoscere le bellezze artistiche in modo diverso, come le vedono e le
conoscono gli italiani.
Abbiamo attraversato le vie strette, dove non c’era nessuno tranne noi. Dietro ai monumenti di Siena, e dietro alla folla dei turisti, abitano tranquillamente i senesi ; abbiamo visto alcuni bambini che giocavano sul
parco giochi, la gente del posto che chiacchierava sulla strada.
Mi piace quando trovo un posto dove non ci sono tanti turisti.
Siena è divisa in 17 contrade (Aquila, Bruco, Chiocciola, Civetta, Drago,
Giraffa, Istrice, Leocorno, Lupa, Nicchio, Oca, Onda, Pantera, Selva, Tartuca, Torre e Valdimontone).
Ogni contrada ha la propria chiesa. Meraviglioso! 🙂

スクオーラトスカーナのパッケージコース

スクオーラトスカーナのブログを読んでいただいているイタリア留学ご検討中の方に、今回は、当校のパッケージコースをご紹介したいと思います。

スクオーラトスカーナでは、イタリア語コースと滞在先がパックになったパッケージコースを提供しております。

パッケージコースは3つのプランがあります。

Espresso』:基本イタリア語コースと滞在費用が一緒になったプラン、

Turism』:観光について学ぶ専門用語コースと滞在費が一緒になったプラン、

Michelangelo』:基本イタリア語とイタリア美術史レッスン+滞在費が一緒になったプラン。

いずれのコースも、2週間からお申し込みいただけます。

また、滞在方法は、学生アパートまたはホームステイのシングルルーム(キッチン、バスルーム共用)をお選びいただけます。

コース費用には、課外活動も含まれています。

詳細は、当校HPをご参照ください。または、お気軽にお問い合わせください。

イタリア語だけでなくプラスαのレッスンを受けることで、より充実したイタリア留学生活になることでしょう。

Fiesole

Fiesole si trova qui vicino a Firenze, circa 8 km. Possiamo dire che questo piccolo paesino è la mamma di Firenze. Ci siamo incontrati sabato davanti alla Chiesa di San Marco ed abbiamo preso l’autobus 7. Siamo arrivati in qualche minuto. La visita è cominciata davanti alla cattedrale di San Romolo. La cattedrale era ricostruita ma possiamo vedere la sua torre “originale”. Poi siamo saliti su dove c’è un bel spettacolo sulla città di Firenze. La professoressa ci ha mostrato tutto dall’alto il Duomo, il Palazzo Vecchio, la Sinagoga, lo Stadion, la Chiesa Santa Croce dov’è la nostra scuola. Adesso tutti sono stati piccoli piccoli. Questo era un bel panorama sulla città, faceva bel tempo, la belezza della città mi ha colpito tanto. Poi siamo saliti su dov’è la Chiesa di San Francesco d’Assisi. Eravamo fortunati perchè la chiesa era aperta ed abbiamo potuto entrare. Abbiamo visto le celle dove avevano abitato le prete che non avevano avuto relazione con “la vita” fuori del muro della chiesa. È un altra vita. Poi siamo scesi giù e siamo arrivati in centro dov’è abbiamo cominciato la nostra visita. Vedete che questo paesino non così grande, ma vale la pena. Poi siamo entrati in un bar in cui abbiamo bevuto cafè ed abbiamo mangiato un corneto. Abbiamo fatto colazione all’italiana.

Palazzo Vecchio – tartaruga con la vela

Si trova in Piazza della Signoria ed è la sede del comune della città di Firenze. Ci siamo stati con una professoressa della scuola e abbiamo cominciato a visitare il Palazzo Vecchio alle 20 di notte. Con questo “buio” fuori era un atmosfera speciale dentro. L’ ho saputo che il Palazzo Vecchio aveva tre nome primo di quel nome di oggi. Chiamato in origine Palazzo dei Priori, il secondo nome era Palazzo della Signoria, dal nome dell’organismo principale della Repubblica fiorentina, poi era chiamato Palazzo Ducale, quando la residenza del duca Cosimo I de’ Medici era nel palazzo. Il nome Vecchio è nato quando la corte del Duca Cosimo si era spostata nel “nuovo” Palazzo Pitti.

Forse non lo sapete, ma il simbolo di Cosimo I de’ Medici è la tartaruga con la vela. All’interno di Palazzo Vecchio, infatti, fra i vari stemmi si trova rapresentata innumerevoli volte una piccola tartaruga che ha sul carapace una vela gonfiata dal vento, accompagnata dal motto latino “festina lente”.

Entrando al Palazzo Vecchio vi consiglio di “cacciare” alle tartarughe con la vela! Buon divertimento! Una volta ho potuto partecipare a un corso speciale, alla storia dell’arte. Il corso prevede seminari interattivi, visite a musei, gallerie, chiese, luoghi celebre. Siamo stati in tre e abbiamo visitato il Palazzo Vecchio,,ma adesso ho potuto ammirare le stanze segrete di Francesco I. Esistono luoghi all’interno di Palazzo Vecchio dove il tempo sembra essersi fermato e dove è più agevole per il visitatore di oggi rivivere l’emozione del passato. Possiamo visitare le seguenti:

– il Tesoretto e lo Studiolo, scrittoi privati si Cosimo I e di Francesco I

– le Capriate del soffitto del Salone dei Cinquecento che sostengono il tetto del Salone e l’imponente cassettonato dorato del soffitto della Sala dei Cinquecento

– Scala trecentesca del Duca Gualtieri