APERITIVO TIME

For every Italian the aperitivo is a very important tradition and a part of the everyday life. An aperitivo is normally an alcoholic drink with a light meal after a hard-working day, which Italians usually enjoy at the end of the day with some friends. While drinking it, a calm and relaxed atmosphere prevails and everyone communicates with each other and leaves work-problems behind them. In other words, it’s like a warmup for the dinner. In every town and country of the Italian peninsula you’ll find lots of bars and restaurants that offer the traditional aperitivo. The snacks that claim the aperitivo normally are salty and don’t replace the dinner. Typical snacks are for example, small pieces of pizza, meat balls, cheeses and a lot of other delicious finger-food. Initially it was a tradition that started in northern Italy, in the area of Milan. Time by time it spread out and now it’s all over Italy. Here in Florence, the aperitivo is also a very common thing and very loved by tourists. The special thing of the florentine aperitivo is that you can enjoy it while watching the sunrise all over the city, as there are a lot of rooftop bars that are specialized for the aperitivo. As the sun goes down thousands of colors spread awide and Florence looks like a kind of paradise. The only thing is that these rooftop bars are often fully booked and you need a reservation, especially on the weekends. So, if you want to experience such an unforgettable moment please make sure to have a reservation. If you are travelling to Italy one day, hopefully to Florence, don’t miss the chance to experience such a nice thing and don’t forget to stop a long and take pictures.

Cappella Brancacci: apertura straordinaria per la nuova Piazza del Carmine

Sabato 16 giugno in occasione dell’inaugurazione della ‘nuova’ piazza del Carmine, una festa per tutta la città con la Cappella Brancacci gratuita e musica col Maggio musicale fiorentino.

La cappella Brancacci, dove sono visibili i meravigliosi affreschi di Masaccio e Masolino, sarà straordinariamente aperta dalle 17 alle 23, con ingresso gratuito (prenotazione obbligatoria).

Nel 1268 un gruppo di frati giunti da Pisa fonda a Firenze la chiesa della beata Vergine del Carmelo. I lavori di costruzione vengono portati avanti con il contributo del Comune e delle più facoltose famiglie fiorentine e si protraggono anche oltre la data della consacrazione (1422), terminando soltanto nel 1475. La facciata della chiesa resta incompiuta; ancora oggi si presenta con un grezzo paramento in pietrame e laterizio.

Fra il Tre e il Quattrocento si moltiplicano gli interventi di decorazione dei nuovi locali, come attestano gli affreschi ancora presenti o staccati. Cresce nel frattempo l’importanza del convento, presso i cui ambienti si insediano varie compagnie laicali. Nel XIV secolo esso diventa Studium Generale, ovvero Università con facoltà di conferire i gradi accademici, e dà l’abito a Sant’Andrea Corsini (1301-1374).
La cappella Brancacci, situata all’interno della chiesa di Santa Maria del Carmine di Firenze rappresenta uno degli esempi più elevati di pittura del Rinascimento (1424-1428). Essa è frutto della collaborazione di due dei più grandi artisti dell’epoca, Masaccio e Masolino da Panicale, ai quali deve aggiungersi la mano di Filippino Lippi, chiamato a completare l’opera circa cinquant’anni dopo.
Un terribile incendio scoppiato nel 1771 provoca la distruzione degli interni della chiesa e la perdita di larga parte dei suoi arredi. Ne sono risparmiate l’antica Sagrestia , la Cappella Brancacci e la Cappella Corsini (1675-1683), raro e pregevole esempio di barocco romano a Firenze.

Cappela-Brancacci-firenze

Complimenti a tutti i vincitori delle Olimpiadi di italiano Lingua Seconda 2018 , sponsorizzate dalla Scuola Toscana

La gara è organizzata dall’Istituto Durst di Bressanone con il sostegno dell’Intendenza scolastica per le scuole in lingua tedesca ed è dedicata agli alunni degli istituti secondari di secondo grado statali e paritari e delle scuole professionali in lingua tedesca e delle località ladine della provincia di Bolzano.

Le Olimpiadi di Italiano come Lingua seconda 2018 hanno dato il loro verdetto:

DSC_0283.jpg

SENIOR ASSOLUTI

a sinistra: Intendente scuola tedesca, Sigund Falkensteiner, Ivan Mattei (2° classificato) – Ist. Tecnologico Max Valier – Bolzano,

Ispettrice lingua italiana L2 dott.ssa Sarah Viola, Silvia Pizzinini (3° classificata) Liceo linguistico La Villa/Badia, Amir Bouchetta (1° assoluto) – Liceo Padri Francescani Bolzano, dott. Simon Raffeiner (DS)

Vincitori-degli-olimpiadi-3

SENIOR LICEI

a sinistra: dott. Marco Mariani (ex. ispettore italiano l2), dott. Lois Castlunger (vice ispettore scuole ladine), Gabriel Cascone – Liceo scientifico Bolzano (2° class.), Matteo Polito – Liceo scientifico Bolzano (1° classificato e già vincitore assoluto JUNIOR 2015), Gabriel Crazzolara, liceo scientifico Fallmerayer – Bressanone (3° class).

Vincitore-degli-olimpiadi-1

SENIOR SCUOLE PROFESSIONALI

a sinistra: dott.ssa Veronika Fink (DS- Laives), dott.ssa Pellegrino (DS – La Villa/Badia), Anastasia Cerenzia – SP Ch. J. Tschuggmall – Bressanone (1° classificata), Andrea Caterisano – Centro di formazione professionale Bolzano(2° class.), Larissa Jusanovic – SP per l’industria e l’artigianato – Bolzano (3° class.).

Vincitori-4

SENIOR ISTITUTI PROFESSIONALI

a sinistra: dott. Marco Forni (linguista lingua ladina), dott.ssa Maria Luisa Weissensteiner (vicaria Ist. tecnico Durst), Valentina Schiavon – Ist. tecnico Ora – (2° class.), Diego Campello – Istituto tecnico San Candido – (1° class.), Fabian Giovannini – Ist. tecnico Kunter – Bolzano (3° class.)

Attraverso tale competizione si accresce la motivazione da parte degli studenti altoatesini per avvicinarli ulteriormente alla lingua e alla cultura italiana, valorizzando il merito e l’eccellenza. La competizione permetterà loro di partecipare alla gara finale delle Olimpiadi di Italiano a livello nazionale. Scuola Toscana organizza da anni corsi di lingua e cultura per le classi degli istituti di questa regione, completando il programma anche con visite al patrimonio storico e artistico di Firenze; per questo da qualche anno Scuola Toscana è diventata sponsor tecnico delle Olimpiadi, offrendo ai vincitori un soggiorno culturale a Firenze. I vincitori saranno nostri ospiti in Maggio: a presto !

L’italiano non è solo una lingua che si studia, ma si vive!

Early morning, Fortezza & Pitti Uomo

Same place, same hour, 7.30 in the morning, just got off the bus. The bus stop area at Montelungo (which a side entrance to the central railway station of Santa Maria Novella), at the side of the Fortezza da Basso, today looks like this:

IMG_0440

Pitti Uomo Fashion Show is over, and all this trucks are waiting to enter the field of the fairground and reload the fair equipment (most of them are heading to Milan, for the following fashion fair). During the day this queue will lenghten to some kilometers. Better to avoid any car today and go by public means of transportation. Still better, go walking. Florence is a small city. Just 50 minutes walk from home to work…